Twee
Mango
di Carmine Della Pia

copertina

Fresco, colorato come il packaging che accompagna il disco, su cui la band ha democraticamente deciso di piazzarci su un bel mango. Tre ragazze e un ragazzo piemontesi si riuniscono e mettono in piedi una band che pubblica il suo primo album in totale autoproduzione: Mango, appunto.
I Twee hanno avuto l’opportunità di farsi conoscere e apprezzare su diversi palchi italiani, con svariate incursioni anche in radio e tv generaliste, perché la loro musica è tutto fuorché di nicchia. Mango è una raccolta di tracce molto eterogenea che entusiasma attraverso spunti di swing, e la prima traccia lo svela già dal titolo: Swing It. La fischiettata Bad Guy prosegue bene il set, che si snoda attraverso brani leggeri, ma non scontati, suonati con garbo e bravura. Chitarrine, ukulele, fischiettate e clapclap la fanno da padrone, ma la band dà il meglio di sé quando si discosta dal mood generale. No Pain è un’incursione r‘n’b anni ’90 di tutto rispetto e si candida al titolo di brano migliore dell’album insieme a Cold Monday, cui è affidata la chiusa: una bella ballad acustica e sussurrata che mette bene in mostra la bravura della vocalist Nadia Gai.
Non lasciatevi distrarre dall’allegria, dai fischiettii e dal giallo imperante; tenete d’occhio i Twee, perché le ragazze (e il ragazzo) ci sanno proprio fare.


Pubblicato il 02/11/2017