Briganti Sabini
Remusicando
di Vittorio Lannutti

copertina

Remusicando è il disco d’esordio dei Briganti Sabini, duo laziale formato da Damiano Longo e Fausto Casara, che propongono una versione mediterranea della patchanka: alla base di tutto il sound inventato dai Manonegra, qui miscelato con altre sonorità, folk e rock steady in primis.
Il buon intento di partenza è quello di stimolare l’ascoltatore di turno con buone vibrazioni positive, in contro tendenza rispetto alla disgregazione e al malessere che la nostra società sta attraversando in questi anni difficili. Il disco dispensa così sapori estivi in quel suo trascinare l’ascoltatore nel ragamuffin rallentato di Internet.te o nello ska/rocksteady di Cammino lento, nel folk allegro de La guerra o in quello più turbolento (quasi punk) di Che vai cercanno.
Peccato per il cantato non sempre all’altezza del companatico sonoro, laddove risulta velatamente stentato e non propriamente in linea con la vivacità della cornice musicale, e in tal senso il mixaggio ci ha indubbiamente messo del suo.


Pubblicato il 23/03/2018