The Zen Circus
La terza guerra mondiale
di Paolo Bartaletti

copertina

Giunti alla nona fatica in studio appare quasi stucchevole argomentare sulla qualità del combo di Appino, ma non si può certo fare a meno di sottolineare, non senza una punta di malcelato orgoglio, il rilievo della scena toscana nello scenario indie nazionale, nell'anno della consacrazione dell'ex (?) Criminal Jokers Motta e con i padiglioni auricolari ancora riscaldati dalle recenti melodie dei livornesi Virginiana Miller e Appaloosa.
Eppure, senza grosse novità, il maestro Andrea infila un altro ottimo lavoro incastonando il singolo di turno (la bella, anche se non originalissima, L'anima non conta oggi, quanto, a suo tempo, la meravigliosa Viva in Canzoni contro la natura) in un complesso organico, tanto nelle sonorità quanto, soprattutto, nei testi, come di consueto ironici, pungenti e dissacranti, ma cinici e sinceri (Zingara - Il cattivista), assolutamente politically incorrect, come nelle corde del Nostro.
I curatissimi arrangiamenti fanno ben intendere la volontà di arrivare al grande pubblico senza rinunciare alla propria sfacciataggine. Dieci potenziali singoli e, quindi, molto più pop del solito, ma la cosa non disturba affatto.


Pubblicato il 31/10/2016