Morso
Lo zen e l’arte del rigetto
di Davide Cosentino

copertina

Fuori in vinile il 18 Gennaio, grazie alla collaborazione tra Cave Canem e Dischi Bervisti, Lo zen e l'arte del rigetto è il debutto dei Morso, speedcore band varesina. Songwriting di qualità, parole di lodevole ribellismo ed estinzionimo post rivoluzionario, in undici tracce dal beat assassino che soddisferanno trasversalmente gli amanti del genere.
I nostri non si risparmiano nello sferragliare mitragliate brutalcore (Liberaci dal male) o sfuriate techno-industrial intervallate da stacchi riflessivi e addirittura melodici (Non si muore ogni dicembre, Sempre meglio di niente, Incline). Vi verrano in mente i migliori Linea 77 o i momenti più pestoni del Teatro Degli Orrori nelle superlative Il fine giustifica i mezzi e Ex, ma anche schegge impazzite di Bologna Violenta (Glamour suicide). Pieno di istanti, infine, è un concentrato di iper-rock; immaginando Bjorn “Speed” Strid dei Soilwork al microfono di un gruppo indie.
Un ottimo inizio 2019 per la scena estrema tricolore.


Pubblicato il 10/01/2019