Rinunci a Satana?
Blerum Blerum
di Davide Cosentino

copertina

Grazie alla sinergia di Wallace Records con Il Verso Del Cinghiale Records ed E Io Pago! Records vede la luce il secondo capitolo della discografia dei milanesi Rinunci a Satana?, dopo il precedente omonimo uscito nel 2015, sempre sull'etichetta di Mirko Spino.
Le parole che accompagnano la release sono più che mai appropriate: ”Un hard/heavy-rock strumentale scheletrico, datato e demodé. Con piedi ben saldi nelle paludi del folk-blues e testa per aria, a ciondolare nell'etere della psichedelia e del progressive”. E sì, perché Blerum Blerum dei nostri Damiano Casanova (Il Babau e i Maledetti Cretini) e Marco Mazzoldi (Fuzz Orchestra e Bron y Aur), più che un disco sembra un tutorial di genere, una fabbrica dove si lavora per conservare nella pietra riffs granitici, scoperti a metà anni '60 e utilizzati per un buon decennio dai mostri dell'hard-rock (La veneranda fabbrica del Doomm) e successivamente rielaborati in salsa stoner o desert-rock(blues) da molti altri (Blerum). O anche a basse frequenze, americaneggiando nei sixties sempre così cari a tutti (Salice Mago) e flirtando continuamente con il blues psichedelico (Niente di nuovo sul fronte occidentale, La serata del Gourmet). Micidiali!


Pubblicato il 14/03/2019